“Un libro in carcere” anche grazie a “Il Pozzo e l’Arancio”

dono libro carello carcere brindisiL’associazione culturale “Il Pozzo e l’Arancio” ha partecipato al progetto “Un libro in carcere”, gesto concreto di vicinanza ai detenuti ed alla casa circondariale di Brindisi culminato lo scorso 14 aprile con la donazione di circa cento volumi del libro “I racconti di Papa Francesco” scritto dal giornalista RAI Rosario Carello.

La delegazione delle associazioni che hanno contribuito al progetto – proposto dall’Oratorio SING di Oria – è stata ricevuta da Annamaria Dellopreite, direttrice della Casa Circondariale di Brindisi.

Assieme a “Il Pozzo e l’Arancio” – rappresentato nell’occasione dalla segretaria Luana Gioia – hanno risposto all’invito il Rotary Club “Valesio” di Brindisi, l’AVIS comunale di Oria, il Movimento per l’Infanzia Puglia, l’Università Popolare Oritana “Armando Franco”, l’associazione “Speranza per la vita”; al progetto hanno aderito anche l’associazione “Divertendoci insieme” e la compagnia “Milites Fridericii II” di Oria.

Già diverse case circondariali d’Italia hanno ricevuto in dono il libro di Rosario Carello, un modo differente di essere vicino ai detenuti. Durante l’incontro la direttrice ha annunciato che parte dei libri saranno donati ad alcuni detenuti che hanno seguito un percorso di fede e che, nei giorni scorsi, hanno ricevuto il sacramento del Battesimo e della Confermazione. L’incontro, cordiale e positivo, è stato considerato un punto di partenza tra le associazioni di volontariato presenti e la casa circondariale brindisina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *